ETNIE E TRIBU' AFRICANE

Hamer (Etiopia)

Hamer (Etiopia)

Donne Himba

Donne Himba

Danzatori Zulu

Danzatori Zulu

 

ETNIE E TRIBU' AFRICANE - CODICE ISPIRAZIONE DI VIAGGIO: BR4NA0011

Il grande continente africano offre un panorama estremamente variegato e numeroso di etnie e tribù di provenienza eterogenea, in gran parte con caratteristiche peculiari uniche ed estremamente interessanti.

In Africa da nord a sud, da oriente a occidente e a volte anche nell'arco di poche decine di chilometri, convivono tribù diverse, con dialetti propri e tradizioni differenti. Indubbiamente ci sono quelle più grandi e popolari, ma anche tribù piccole e raccolte, ai più quasi sconosciute.

Ovviamente in questo spazio non abbiamo la pretesa né la possibilità di fare un'attenta analisi socio-culturale, ma possiamo proporvi una rapida carrellata delle principali tribù ed etnie locali con le loro arcane tradizioni, legate con il cuore e l'anima alla terra natia, parte integrante di viaggi che toccano il cuore e la mente.

Possiamo cominciare da quella che è forse la più celebre, i Masai del Kenya e della Tanzania: una tribù molto numerosa, contraddistinta dal fisico atletico, dall'alta statura e dai lineamenti nilotici: si stima che attualmente i Masai siano circa un milione, parlano il "maa" e vivono in villaggi tradizionali, indossano brillanti abiti rossi e si adornano di graziosi monili in fil di ferro e perline. Sono prevalentemente pastori nomadi o semi nomadi e hanno una danza tradizionale davvero coinvolgente, fatta di alti salti, canzoni e danze.

La tribù degli Himba della Namibia, è decisamente celebre per le donne, molto belle e dalle particolari acconciature. Per tradizione utilizzano l'otjize, un impasto a base di burro, grasso e ocra, con il quale ricoprono sia i capelli che la pelle.

In questa panoramica non possiamo non parlare dei San Boscimani, che si possono incontrare nella zona desertica del Kalahari in Botswana, uno degli ambienti più inospitali del pianeta. Sono nomadi e raccoglitori, che vivono in completa armonia con la natura, nutrendosi prevalentemente grazie alla caccia e ai pochi prodotti spontanei del territorio.

In Sudafrica gli Zulu sono indubbiamente l'etnia più numerosa, anche grazie alla poligamia che è parte integrante della loro cultura. Infatti nella cultura Zulu, figli e bestiame segnano lo status di ogni famiglia, più se ne hanno e più si sta in alto nella piramide sociale. Certamente affascinanti e d'impatto emotivo sono le loro danze e cerimonie tradizionali. 

In Sudan invece, troviamo i Dinka, una tribù con abitudini e usanze molto particolari. Vivono lungo le sponde del Nilo e  sono pescatori oltre che allevatori e pastori; curano le loro vacche con grande amore e ottengono da loro latte e sangue, Gli uomini si conciano i capelli con una tintura rossiccia, mentre le donne si rasano capelli e sopracciglia e a volte si tolgono qualche dente, per sembrare più attraenti.

L'Etiopia ospita la tribù dei Mursi: la caratteristica per la quale sono più noti è che alle donne all'età di 15 anni, viene praticato un foro sul labbro inferiore, che viene poi gradualmente dilatato con dischi sempre più larghi. che nel tempo possono arrivare fino a 10 cm. Questi dischi sono decorati a mano e anche se decisamente un po' ingombranti, servono alle donne Mursi per trovare marito, infatti più sono grandi i dischi e più le signore sono corteggiate per la loro avvenenza.

Sempre in Etiopia sono balzati agli onori delle cronache gli Hamer, grazie purtroppo al "Salto del toro", la loro cruenta cerimonia di iniziazione maschile che darà diritto a sposarsi, avere figli e possedere bestiame.

Quelle citate sono solo le principali, infatti ci vorrebbero giorni per citare le tante etnie e tribù dalle interessanti tradizioni, tutte da scoprire in un prossimo viaggio in Africa, una culla culturale di grande impatto e dal fascino indiscusso.

 

Tour, safari, soggiorni mare con escursioni, tutto sicuro e organizzato: contattaci in agenzia per un preventivo personalizzato sulla "tua Africa"!

 

Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per fini operativi, statistici e pubblicitari. Per sapere a cosa servono i cookie e per impostare le proprie preferenze visitare la pagina Privacy Policy. Continuando la navigazione o chiudendo questo avviso, acconsenti all'uso dei cookie e ai termini riportati alla pagina Privacy Policy.
OK