Romania - I Nostri Consigli

Tipica chiesa rumena

Tipica chiesa rumena

Castello di Peles

Castello di Peles

null
 

Romania - I Nostri Consigli

COSA LEGGERE: "Luntrea lui Caron" di Lucian Blaga, filosofo rumeno, che narra la tragedia ntellettuale vissuta dall'intellighenzia rumena durante gli anni del comunismo; oppure "Cento lettere da Parigi" di Lucian Raicu, uno dei migliori saggisti rumeni.

COSA ASCOLTARE: I Mandinga, un gruppo piuttosto apprezzato dai giovani anche all'estero e che ha partecipato all'Eurovision Song Contest, e i Fanfara Shavale, cultori della musica tradizionale rumena.

COSA VEDERE: Bucarest, la Piccola Parigi che vanta decine di teatri ed Opere, dove si trova il Palazzo del Parlamento e il Museo d'Arte Nazionale, oltre che un grazioso centro storico perfetto per gli amanti dei libri in quanto costellato da storiche librerie. I più romantici apprezzeranno Sighisoara, Patrimonio dell'Umanità per l'UNESCO, il cui cuore è il grazioso borgo di origini medievali: ovviamente di grande fascino la Transilvania con i suoi castelli e Sibiu, la cittadella murata.

COSA MANGIARE: la cucina nazionale romena è assai ricca. Tra i piatti principali la gustoda Mamaliga, polenta di mais condita con formaggio e burro che funge da companatico per altri piatti, come le aringhe salate e le uova. Molto apprezzate le minestre e le zuppe, che spesso costituiscono il primo piatto nei pasti, ma anche la carne, specie le piccole salsicce dette "Mititei".

Tra i dolci merita un encomio la "Plàcinta", millefoglie con mele e formaggio bianco.

Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per fini operativi, statistici e pubblicitari. Per sapere a cosa servono i cookie e per impostare le proprie preferenze visitare la pagina Privacy Policy. Continuando la navigazione o chiudendo questo avviso, acconsenti all'uso dei cookie e ai termini riportati alla pagina Privacy Policy.
OK